Seleziona una pagina

Anche tu vuoi sapere come trasformare i tuoi obiettivi in risultati?

Se hai risposto “SI” alla precedente domanda allora la pagina in cui ti trovi è quella più interessante che leggerai oggi legata al tema del raggiungimento dei propri obiettivi e non solo.

Come prima cosa lascia che mi presenti, mi chiamo Fabio Zancanella e sono il fondatore del metodo Ottovolante, Oplà e della strategia BAtterfly, dove la “A” non è un errore di battitura o legato a scarsa conoscenza dell’inglese ma è stato volutamente scelto per rafforzare il concetto di bAttersi per i propri obiettivi ed ideali.

Infatti dopo anni di esperienza con migliaia di persone e centinaia di aziende, e tanto sangue versato, ho capito un processo chiaro per trasformare gli obiettivi in risultati concreti e felici.

Perchè tutti noi abbiamo degli obiettivi.

E tutti noi desideriamo andarci a prendere quello che diciamo di volere.

Da dove nasce un obiettivo?

L’obiettivo nasce da diverse sorgenti interne o esterne, desideri, sogni, visioni, oppure da bisogni, più o meno chiari.

Prima di capire cosa vogliamo dobbiamo capire chi siamo. Se non sappiamo chi siamo non conosciamo i nostri bisogni e se non conosciamo i nostri bisogni non abbiamo obiettivi.

La cosa peggiore spesso è che eseguiamo comandi dell’ambiente, obiettivi di altri.

Mi dirai ma se gli obiettivi sono aziendali? Sono per certo dati dagli altri.

Vero, in queste situazioni, tra l’altro l’ambiente in cui è nato, è utile per creare un dialogo tra te e l’azienda, grazie a questo nei migliaia di casi affrontati da me direttamente e indirettamente migliora la percentuale di trasformazione e il clima aziendale. Si passa da obiettivi imposti a proposti e condivisi, questo significa che le aziende devono condividere la parte alta degli obiettivi, ossia visione e valori per un coinvolgimento e riconoscimento più ampio e vero. Questo approccio fa passare dal senso di apparenza a quello di appartenenza.

Happy Goals è figlio della Strategia BAtterfly, per il supporto alla trasformazione dell’essere umano nella sua vita personale e professionale.

Per l’essere la tecnica è l’Oplà, per il fare la tecnica è l’Ottovolante. Essere e fare sono interdipendenti, come il Sig. Quale (qualità) ed il Sig.Quanto (quantità). Come scopri nel libro.

L’equilibrio determina il raggiungimento dei tuoi obiettivi. La mancanza di equilibrio, fa restare i tuoi sogni nel cassetto. E se i sogni sono tuoi, significa che nel cassetto ci sei tu, forse stai comodo, ma stretto.

Perchè vuoi raggiungere un obiettivo? Perchè gli obiettivi sono importanti?

Chi vuole raggiungere un obiettivo è vivo dentro di sé. Non sempre sa cosa vuole ottenere, ma spesso sa cosa può perdere se non raggiunge l’obiettivo.

Raggiungere i propri obiettivi significa creare la migliore qualità di vita, felicità e successo. Per farlo, occorre chiarezza dei propri valori e obiettivi. La stessa cosa nelle aziende, raggiungere gli obiettivi aziendali rende il clima più entusiasta e coeso.

Oggi si parla tanto di obiettivi, ma prima è bene comprendere cosa si vuole ottenere.

Ecco perché Oplà per l’essere e Ottovolante per il fare.

I valori, i sogni e le scelte della vita spesso non sono nostri. Happy Goals ti guida nella creazione del tuo sogno, che è il fine ultimo. E  poi ti guida nel concretizzare i tuoi obiettivi in risultati.

Il risultato non deve essere uguale all’obiettivo, mentre gli effetti dell’obiettivo, una volta raggiunto, devono essere dei benefici sia per te che per gli altri.

La tecnica è sterile senza emozione (essere). Mentre persegui l’obiettivo sentiti, ascolta le tue emozioni, devi sentire di essere sulla strada giusta, sul sentiero giusto. Percepisciti, ascolta la tua melodia emozionale che accompagna la trasformazione dei tuoi obiettivi in benessere, sia per te sia per gli altri.

Sapevi che uno degli ostacoli maggiori per il raggiungimento dei propri obiettivi è la coerenza?

O meglio, la stupida coerenza.

La stupida coerenza, ad esempio, mi ha portato anni fa, a perseguire un obiettivo ottenendo come effetto di diventare obeso e ritrovarmi con la famiglia a pezzi.

Non è il massimo dei risultati.

Questo accade quando ci si concentra sulle tecniche del fare senza le tecniche di crescita dell’essere.

La stessa differenza fra i cronisti ed i visionari.

Infatti, se scrivi tutto quello che succede sei un cronista, quindi sei nella causa ed effetto. (fare senza essere)

Se succede tutto quello che scrivi sei un visionario, quindi sei l’effetto che crea la causa. (essere e fare)

È una questione di scelte.

Happy Goals si basa su Oplà – Essere e su Ottovolante – Fare.

Happy Goals si basa su esperienze di decenni nel campo personale ed aziendale.

Ho lavorato e lavoro per grandi gruppi nel mondo del commercio, economia e comunicazione. Questo lavoro l’ho fatto sia da collaboratore, da imprenditore e da libero professionista, grazie a ciò ho visto e appreso i diversi punti di vista.

Molte delle informazioni e delle dinamiche che trovi all’interno di Happy Goals si basano su fondamenti scientifici.

Attraverso l’esperienza professionale, gli studi, le centinaia di libri letti, le decine di corsi seguiti e le sessioni di coaching che ho ricevuto dai massimi esperti della materia, ho intuito i 5 strumenti di volo utili nella preparazione e/o creazione di obiettivi.

I 5 strumenti di volo, sono un antidoto per il senso di vertigine emozionale, che rappresenta la paura di volare e non di cadere.

Il contesto crea il testo. Tu crei le condizioni per la vittoria, io ti dico come fare. Il tutto è basato su ciò che ho visto accadere migliaia di volte. L’obiettivo si deve vestire da sogno per trasformarsi in risultati concreti. Se l’obiettivo si veste da bi-sogno, si inizia a fare il cronista e spesso, si raccontano gli obiettivi degli altri, all’intero dei quali c’è anche la nostra vita. Fai suonare la campana della tua autenticità, conoscendo il contesto. Il contesto definisce il tuo risultato.

La quantità definisce la qualità. Una eccessiva quantità di parole ad esempio, rende debole la qualità di un messaggio. La giusta quantità ti permette di definire il tuo obiettivo in maniera chiara e funzionale. Rifletti: alle volte il tempo vola, mentre altre volte il tempo non passa mai. Verifica bene, il viaggio verso il tuo obiettivo è una prova di forza, non di sforzo. Spesso quando stiamo bene non ci preoccupiamo di fattori come temperatura ed umidità, li percepiamo quando cerchiamo riposte
quantitative per giustificare la poca qualità di una esperienza.

Impegno e coerenza. Ralph Waldo Emerson scrisse: “La stupida coerenza è lo spauracchio delle menti deboli”. Ricerche interessantissime dimostrano che le persone tendono ad essere fedeli a ciò che scrivono. Obiettivi scritti e resi pubblici sono molto più forti dentro di noi. Spesso vogliamo essere stupidamente coerenti, ostinatamente fedeli, anche quando percepiamo manipolazione e quando il nostro corpo e stomaco, in maniera intelligente, ci mette in allarme. Il peso che sentiamo allo stomaco è nostro amico, sincero, ci avvisa quando qualcosa non va. La coerenza è funzionale quando non è stupida ed ossessiva. Il metodo Ottovolante ti permette anche di creare il tuo personale amplificatore di
coerenza.

Ala destra della conoscenza, Ala sinistra della passione. Muoversi è diverso dal procedere, all’avanzare. Per volare, bisogna sbattere tutte e due le ali. Le tue due ali sono interdipendenti, come il Sig. Quale ed il Sig. Quanto di prima. L’Ala sinistra è importante, ma per volare non
basta, devi anche spiegare l’Ala destra, quella della passione. L’Ala che spinge il tuo cuore oltre gli ostacoli che per natura incontri durante il viaggio verso i tuoi obiettivi.

Gratitudine. Imparando a dire grazie si diventa delle Grazie. Diamo per scontato tante cose che finiamo con il non vederle più. Fare sconti delle cose importanti è come mettere in saldo la propria vita. Non essere grati equivale a trovare scuse per non essere felice, come facevo io anni fa. La riconoscenza come la gratitudine, è l’accettazione delle cose più belle e che ci rendono felici. In Happy Goals, impari che la riconoscenza è una valore di gratitudine che si dona agli altri e non si attende come bisogno, vittime della sua mancanza. Sii grato e riconoscente agli altri e sarai riconosciuto.

Questo è Happy Goals, figlio della Strategia BAtterfly. Dove essere (Oplà) e fare (Ottovolante), sono le tue due ali che celebrano attraverso il volo, la trasformazione del bruco in farfalla.

Controindicazioni?

Si. Attenzione. Puoi correre il grosso rischio di raggiungere i tuoi obiettivi, migliorare, crescere. Fino a diventare addirittura felice. Questo fa emergere la paura dei mediocri, perché ti porta fuori dalla mediocrità. Potresti essere emarginato dai mediocri. Comunque passa, anche se non subito. Quando
cambi le tue abitudini, persone che frequenti e libri che leggi.

Può creare disturbi legati all’interazione con la luce troppo alta o troppo bassa. Metodo BAtterfly, trova la luce giusta e vivi con Lei.

Happy Goals, navigatore di volo virtuale e reale… Un salto nella luce della consapevolezza.