Fare chiarezza dentro di sé significa smettere di interpretare

Per fare chiarezza dentro di sé occorre fare due cose: pulizia e ordine.

Ed occorre evitare di farne un’altra: interpretare.

L’interpretazione è un misto fra la comodità della nostra zona di comfort, quindi anche pigrizia, e la convenienza a breve termine.

Vediamo prima la pulizia e l’ordine.

Prendiamo come esempio il cielo.

La chiarezza del cielo, deriva anche dalla potenza e dal coraggio del vento

Come quando diciamo che ci vorrebbe una ventata di aria fresca.

Fare chiarezza dentro di sé è anche un questione di equilibrio fra + e -, come nella pila.

Infatti la pila crea energia.

Per creare energia serve sinergia fra il + ed il -.

Il meno rappresenta tutto ciò che non ci serve, quindi pulizia, mentre il più rappresenta l’ordine, ovvero fare ordine in ciò che ci serve.

La chiarezza ci permette di essere lungimiranti, altrimenti viviamo sulle nuvole.

Infatti, si vive sulle nuvole solo quando il cielo e nuvoloso e quindi, manca chiarezza.

La chiarezza favorisce anche la capacità di definire una direzione chiara. E di conseguenza gli obiettivi felici, perché veri.

Ora, quando si parla del come fare chiarezza dentro di sé, specialmente nell’ambito della crescita personale, si tende a dare importanza alla tecnica e alle strategie.

La tecnica e le strategie sono importanti, ma vengono dopo perché sono al servizio dell’essenza, della nostra parte autentica.

Altrimenti finiamo ad essere noi al servizio della tecnica.

corsa topo

La prima cosa fare per fare chiarezza dentro di sé è andare dentro di sé

Qui c’è un aspetto importante.

Per andare dentro il nostro sé occorre fare un percorso preciso, che ci permette di andare nel profondo per fare chiarezza e poi di ritornare in superficie per rendere concreta la chiarezza.

Per fare questo hai il tuo compagno di viaggio, leale, che ti dice sempre la verità. Il tuo Happy.

Happy è sempre con te. Ascoltalo.

Inizia a scendere le scale verso il tuo sé: fatti delle domande.

Più le domande sono precise e più scendi le scale verso il tuo sé autentico.

Ora, qui c’è una notizia buona ed una cattiva.

  • Quella cattiva è che lì sotto ci devi andare da solo, nessuno ti può accompagnare.
  • Quella buona è che lì sotto ci devi andare da solo, nessuno ti può accompagnare.

Buona o cattiva? Dipende da te.

inconscio

Al tuo fianco c’è Happy, che ti parla dal profondo dello stomaco.

Le domande ti permettono di entrare in contatto con la tua parte vera, il tuo sé.

E le risposte, come naturale conseguenza arrivano.

Lì sotto, Happy ti parla e ti dice le verità.

Ora attenzione.

Per fare chiarezza dentro di te evita di interpretare quello che senti

Le risposte che arrivano quando sei lì sotto, sono risposte vere.

Senti delle sensazioni e delle emozioni precise. E non è detto che quello che senti è quello che vorresti sentire.

E questo è un bene. La verità spesso viaggia sotto i radar.

Le informazioni, sensazioni ed emozioni che ricevi sono autentiche e spesso anche nuove rispetto alla tua zona di comfort, quella che già conosci.

Se interpreti ciò che senti lì sotto lo confini nella tua zona di comfort, quella delle cose conosciute.

E non ottieni nulla.

Invece, devi ascoltare il tuo Happy, le tue sensazioni ed emozioni senza interpretare.

Così ottieni ciò che ti serve.

I finti obiettivi illusori si dissolvono, perché sono solo lo specchio di ciò che gli altri si aspettano da te

Non sono tuoi.

Accontentare le aspettative degli altri non ha senso.

Anche perché quando li hai accontentati, aspetteranno qualcos’altro, e poi ancora e ancora.

Ascolta il tuo Happy. L’obiettivo sei tu, non gli altri.

Ascolta le sensazioni e le emozioni che senti, non interpretare. Non serve a niente.

Solo così puoi fare due cose che valgono oro:

  • Ritornare in superficie
  • Rendere concreta la chiarezza

È pieno di persone che scambiano la tristezza con la profondità

Perché?

Perché sono andati nel loro profondo a cercare quello che volevano gli altri.

Non avendolo trovato ovviamente, in quel profondo illusorio ci sono rimasti.

Nel tuo profondo puoi trovare solo quello che Tu vuoi veramente. Quella potenza dorata che ti permette di raggiungere i tuoi obiettivi felici.

È in quel buio sacro che trovi la TUA luce autentica, perché la vedi brillare

Happy ti guida attraverso le sensazioni e le emozioni.

Lasciati guidare dalla verità che danza nel tuo stomaco.

E quando torni in superficie, ti meravigli della chiarezza del tuo cielo.

Perché sai quello che vuoi veramente. Perché lo senti. Felice dentro di TE.

Solo allora la chiarezza si concretizza nelle azioni come riflesso della tecnica che ora, è naturale. Autentica.

Come TE.