Seleziona una pagina

Happy Goals è il metodo di Fabio Zancanella per raggiungere i tuoi obiettivi

È diventato patrimonio attivo di imprenditori e privati ed i numeri sono in constante crescita.

Questo ci fa piacere e ci sprona a fare sempre meglio, infatti uscirà a breve la nuova versione aggiornata del Libro.

Ora, Happy Goals è formato da due parole. Quale di queste due è la più importante?

Happy. È in assoluto la più importante.

Perché i Goals, quando manca Happy, si possono fare anche nella porta sbagliata e si chiama autorete.

E quando accade è un disastro.

Ovvero caos negli astri. Gli astri del tuo Universo.

Attenzione: che tu faccia Goals nella porta giusta o nella porta sbagliata e quindi autorete, in tutti e due i casi vengono segnati nel tabellone della vita.

Happy ti permette di capire dove, perché e per chi stai facendo Goals.

Perché non basta fare Goals per vincere. Si vince prima dentro di sé e poi fuori.

Ti accompagna per tutto il viaggio, ti guida, ti sta vicino, dimora con saggezza e lealtà nel tuo stomaco e ti avvisa quando i Goals, i tuoi obiettivi, si allontanano dalla tua vera essenza.

fabio zancanella

Festeggia con te e celebra insieme a te la tua gioia quando fai Goals, e lo fa con sincerità.

E sai perché?

Perché è leale. Sa che i Goals, gli obiettivi, da soli possono essere pericolosi.

Ecco perché ti avvisa, sempre dal profondo dello stomaco, quando i tuoi obiettivi non sono in sincronia con cosa veramente vuoi avere, perché lontani dal tuo essere.

Non fa chiasso, non fa show perché non ne ha bisogno. Perché quando parla, parla chiaro.

Talmente chiaro che è impossibile non capirlo è solo possibile non ascoltarlo.

Happy è l’essere ed i Goals sono l’avere


Puoi avere tante cose ma questo non significa che tu le voglia veramente.

Prendi come esempio i motivatori. Che sia funzionale motivare le persone è fuori discussione.

Come è altrettanto fuori discussione che è indispensabile che ti motivi da solo.

Altrimenti dipendi da chi ti motiva. E non è una bella cosa.

Perché quando accade Happy se ne va.

Ti rimangono i Goals. Ho visto persone ed imprenditori che con i Goals hanno sia migliorato la famiglia che distrutta, hanno sia migliorato che distrutto la propria vita.

Torniamo ai motivatori. Si dice spesso che possiamo raggiungere qualsiasi obiettivo.

Non c’è niente di speciale in questo. Chi può raggiungere qualsiasi obiettivo spesso non raggiunge nulla.

Qualsiasi è fratello del niente

raggiungere obiettivi

Perché sono definizioni a 360° che servono più al girotondo che alla concretezza.

Perché mai qualcuno dovrebbe essere motivato a raggiungere qualsiasi obiettivo?

Prima di capire cosa fare è bene comprendere cosa si vuole.

La nostra mente spesso partorisce capricci che senza Happy, li confondiamo con gli obiettivi

I capricci meritano rispetto, ma non meritano impegno.

Ora, Happy attraverso la luce che illumina la nostra essenza ci fa capire chiaramente se quello che diciamo di volere è davvero quello che vogliamo e desideriamo.

Bussa e ti sarà aperto. Chiedi e ti sarà dato.

Chiedi ad Happy, ti risponde.

Non ti dice quello che vuoi sentirti dire ma ti dice sempre la verità.

La verità è sempre liberatoria perché la libertà esiste solo quando tu sei vero

Happy è la potenza dentro di te, che cristallizza il tuo viaggio felice nei tuoi obiettivi felici. L’arrivo come i Goals, gli obiettivi, sono solo secondi, il viaggio è la vita e deve essere felice.

Altrimenti si chiama mediocrità.

Ti faccio una confidenza. Raggiungere gli obiettivi non è difficile perché è un insieme di fattori tecnici.

Come le esplosioni. Come qualsiasi cosa di tecnico.

Perché il successo è un fatto tecnico. E la tecnica infatti, si compra.

Happy non si compra e non perché non ha prezzo, ma perché ce l’hai già. È già tuo. Devi solo usarlo.

E fa la differenza fra gli obiettivi che vivi con leggerezza, calore e luce ed i punteggi, semplici numeri sul tabellone della vita, che dimentichi facilmente perché non rappresentano chi sei.

Happy non molla mai, cade e si rialza, più forte e leggero di prima.

Sa cosa vuole perché sa che avere è una conseguenza dell’essere.

È con te quando ti senti in paradiso ed è con te quando devi attraverso l’inferno. Non molla mai, mai.

Prendilo, usalo.

A proposito,  vuoi vedere il grande Happy che faccia ha?

Vai allo specchio, guardati, ringraziati ed usati. Te lo meriti.

Perché… No Happy no Goals